Dark Mode Off / On

Per il fascino e l’eleganza che le due capitali hanno in comune, Budapest viene comunemente definita La Parigi dell’est. Ma appena messo piede in città ho subito capito che non avrei trovato nessuna copia, anzi, la sua unicità la si respira nell’aria da subito.
Difficile dire se un weekend è sufficiente per vivere appieno tutto ciò che ha da offrire, ma direi che è un ottimo compromesso, di seguito ti racconto tutto quello che ho fatto a Budapest in solitaria, dove mangiare e tutte le attività che non devi assolutamente perderti.

budapest in solitaria
Chiesa di Mattia

Cosa fare da soli a Budapest

Sapevi che Budapest è divisa in due dal Danubio? la collina di Buda e la pianeggiante Pest, entrambe meravigliose ma con un’anima diversa.
Sia Buda che Pest si prestano benissimo a delle esperienze in solitaria, la città è tranquilla e gli ungheresi sono molto disponibili e alla mano, al contrario di ciò che si pensa.
Ma vediamo nel dettaglio tutto quello che puoi fare.

Mattinata di relax ai bagni Gellert

Bagni Gellert

Budapest è capitale delle terme, infatti conta più di cento sorgenti naturali e strutture termali tra le più belle d’Europa.
Ecco perchè non puoi perderti qualche ora in queste rigeneranti vasche.
Le più famose sono le Terme di Széchenyi, ma per questo sono anche le più frequentate, infatti se si è da soli, il troppo caos potrebbe creare un po’ di disagio.
Io suggerisco sempre le più eleganti Terme Gellert, anche se ugualmente famose, sono più intime e meno dispersive.
Ti consiglio di andarci all’apertura e in un giorno infrasettimanale così da godertele in piena libertà.
Nel caso viaggiassi solo con lo zaino (come faccio spesso io) asciugamano e ciabattine puoi noleggiarli anche in struttura, ma considera che la fila per il noleggio non sarà la stessa della biglietteria quindi potrebbe farti perdere tempo.
Non è obbligatorio l’uso della cuffia, e con il biglietto d’ingresso avrai anche un armadietto per riporre i tuoi oggetti.
Credimi che sarà un’esperienza indimenticabile, e lo stile liberty, i mosaici e la loro raffinatezza ti lasceranno senza fiato.

Il biglietto d’ingresso è valido per tutta la giornata ma, a meno che tu non abbia intenzione di farti rivoltare come un calzino, qualche ora sarà più che sufficiente.

Crociera serale sul Danubio

budapest in solitaria
Il Parlamento visto dal Danubio

No, non è un’attività romantica per coppiette, è, a mio avviso, il modo migliore per rimanere incantati di fronte alla bellezza dei principali monumenti di Budapest.
Con le luci della sera tutto ha un aspetto più magico e dal battello potrai avere una prospettiva nuova sulla città.
Prenota questa attività su Get Your Guide, al tuo arrivo potrai scegliere se stare all’interno o salire sul ponte esterno, se viaggi in inverno non preoccuparti del freddo, ti sarà data anche una coperta, ma da fuori la vista è meravigliosa e sarai in compagnia del tuo drink di benvenuto.

Crociera sul Danubio

La crociera dura all’incirca un’ora e parte dal lungo Danubio lato Pest.

Partecipa ad un free tour in italiano

Liberty Bridge

Il modo migliore per rompere il ghiaccio e prendere confidenza con la città potrebbe essere quello di partecipare ad un free tour.
Ma che cos’è? è un tour a piedi della città per conoscere la storia e i principali monumenti di Budapest accompagnati da una guida turistica.
Puoi prenotarlo con Sfumature di Budapest
Il tour sarà ad offerta libera e in lingua italiana, così potrai fare anche nuove amicizie.

Vai alla scoperta del quartiere di Buda

Bastione dei pescatori

Il quartiere di Buda è uno dei più affascinati della città, ed uno dei simboli indiscussi è il Fisherman’s Bastion, da noi conosciuto come Bastione dei pescatori, una fortezza fiabesca da dove si ha una vista meravigliosa su Pest.
Mi raccomando cerca di arrivarci alle prime ore della mattina se vuoi evitare la calca inferocita dei turisti e riuscire a fare qualche foto.
Ci sono diversi angoli meravigliosi da cui scattare, e con poco affollamento potrai riuscire ad usare anche il treppiede.

Il Parlamento visto dal Bastione dei Pescatori


Nelle immediate vicinanze ci sono anche la Chiesa di Mattia e il Castello di Buda.
Perditi inoltre tra i vicoli meno conosciuti e frequentati del quartiere, ti sembrerà di stare in un’altra città e di respirare l’aria di un tempo passato.

Vai alla scoperta del quartiere di Pest

Quartiere ebraico

Eccoci nel cuore più eccentrico della città, il quartiere di Pest.
Passeggia tra i murales del quartiere ebraico, ed entra a curiosare nei numerosi negozi vintage presenti, tra una passeggiata e l’altra ti capiterà sicuramente di trovare anche dei carretti di libri usati, che potrebbero essere un bel ricordo da portare a casa, io sono riuscita a trovare una versione illustrata di Pinocchio di cui mi sono innamorata, ovviamente in lingua locale, ricorda di avere con te qualche Fiorino.


A Pest inoltre si trovano i famosi ruin pub, nati in locali abbandonati e arredati con quello che capita.
Molto frequentati la sera sia dai local che dai turisti.
Una visita la merita senz’altro il famoso Szimpla Kert, ma ti avviso che lo troverai affollatissimo, se vuoi solo dare un’occhiata puoi passarci in prima serata per un aperitivo.
Più local e meno turistici il Csendes e l’ Anker’t entrambi imperdibili.

Se, come ti ho suggerito in un precedente paragrafo, hai fatto o farai il free tour i punti più salienti della città potrebbero già essere in programma ,ma se così non fosse mi raccomando non perderti una passeggiata sul lungo Danubio per ammirare i maestosi ponti.
Il mio preferito è il Liberty Bridge, da lì fai una lunga passeggiata seguendo la riva del fiume sino ad arrivare al ponte delle catene, il più maestoso, e infine troverai le scarpe sulle rive del Danubio, come memoriale dell’Olocausto e il meraviglioso Parlamento, che merita una visita anche all’interno.
Se il tempo te lo permette sali sulla terrazza panoramica della Basilica di Santo Stefano per il tramonto.


Vai al Castello di Vajdahunyad con la metro più antica d’Europa

Castello di Vajdahunyad

Il suo nome è impronunciabile, ma la sua vista è una delizia per gli occhi e il cuore.
Il Castello di Vajdahunyad ospita al suo interno il Museo dell’agricoltura, si trova nel parco cittadino di Vàrosliget ed è circondato da un lago, ideale quindi per rilassarsi lontano dalla frenesia della città.
Puoi raggiungerlo facendo un viaggio nel tempo con la Metro 1, la metropolitana elettrica più antica d’Europa, scendi alla fermata Széchenyi, procedi verso sinistra e ti troverai dinanzi a questa meraviglia.

Al rientro se ti va di fare una bella passeggiata, puoi dirigerti verso Piazza degli eroi e proseguire verso il Viale Andrassy, una delle vie più importanti della città.
Tra un negozio e l’altro incontrerai la casa del terrore, edificio che fu il quartier generale del regime nazista e che oggi, diventato museo, raccoglie memorie e ricostruzioni di quel tempo.

Dove mangiare a Budapest se sei da sola

Street food Karavàn

Spesso chi viaggia in solitaria ha qualche esitazione nel prenotare un tavolo in ristorante, io sono una di quelle persone, anche se ormai ci stò facendo l’abitudine, e devo dire che l’unico Paese in cui mi hanno fatto sentire a disagio è l’Italia.
Budapest è famosa per i suoi numerosi locali instagrammabili (odio questa parola) ma se anche tu non ami particolarmente stare sola nei locali o il troppo affollamento ti mette a disagio ho qualche consiglio per ovviare il problema.

Dove trovare il miglior street food a Budapest

budapest in solitaria
Làngos, focaccia tipica di Budapest

Il cibo di strada è sempre la soluzione migliore se non si vuol perdere tempo in ristorante o se proprio non ce la sentiamo di mangiare in un tavolo da soli.
I miei punti preferiti dove mangiare a Budapest sono stati:

  • Karavàn, lo street food per eccellenza della città, dove troverai diverse varietà di piatti tipici ungheresi e internazionali, da mangiare in comodi tavolini.
    Ti consiglio di assaggiare il Làngos, una focaccia fritta tipica di Budapest da farcire a piacimento, la versione classica viene farcita con panna acida e abbondante formaggio, ed è a mio avviso la più buona.
  • Il Mercato Centrale, il mercato al coperto più grande d’Europa.
    Al primo piano troverai diversi stand dove acquistare cibo d’asporto, qui non potrai perderti il Gulash e le tipiche salsicce con la paprika, tanto per stare leggeri.
    Il mercato ha come giorno di chiusura la domenica.
  • Se invece vuoi addolcire il palato, puoi provare il Kurtoskàlaks, tipico dolce ungherese da strada che per me è stato praticamente un pranzo tanto era grande, si tratta di una sfoglia a spirale cotta al momento sul fuoco e coperta da zucchero caramellato e mandorle, spesso può essere farcita con panna, gelato o cioccolato.

Dove fare colazione a Budapest

Se il tuo alloggio non prevede la colazione, segnati questi due posticini che ho adorato:
Zoska cafè per iniziare la tua giornata con una super colazione tra pancake o uova strapazzate, il locale è molto intimo e carino e si trova nel pieno centro di Pest, in posizione ottimale per iniziare il tour.

Zoska Cafè

Csendes Léttermen, uno dei ruin pub che ho amato di più in città.
Csendes in ungherese significa tranquillo, il locale ha infatti un ambiente più informale , silenzioso e rilassante rispetto ai più famosi ruin pub della zona.
Per questo è adatto anche ad una colazione in tranquillità o ad una merenda pomeridiana, è l’unico dei ruin pub ad aprire alle 10.

Csendes Létterman

Dove dormire a Budapest

Per vivere al meglio la città io consiglio sempre di soggiornare nella zona di Pest, più comoda per gli spostamenti e più movimentata per una passeggiata serale.
Io ho soggiornato in uno degli appartamenti del complesso King Apartment nella centralissima Kiràly Utca, a pochi passi hai tutto il centro di Pest a tua disposizione e le principali fermate della metropolitana.

Informazioni utili per visitare Budapest

  • Per raggiungere la città dall’aeroporto prendi l’autobus 100E e scendi in piazza Deàk Ferenk, nel pieno centro di Pest.
  • La moneta ufficiale è il fiorino ungherese ma ti consiglio ti pagare con carta considerando che viene accettata ovunque, se proprio vuoi avere dei contanti con te puoi cambiare gli euro in fiorini negli uffici di cambio in centro città, ne trovi un pò ovunque ma attenzione al tasso di cambio che è sempre soggetto a variazione.
  • Evita come la peste i bancomat con sfondo blu e scritta ATM che trovi sparsi nei luoghi più turistici, hanno commissioni altissime, preleva solo dai bancomat delle banche ufficiali.
  • Per spostarti con i mezzi acquista la travelcard da 24 o 72h per avere accesso illimitato a tutti i mezzi della città. Puoi acquistarla nelle macchinette che trovi all’esterno delle stazioni metropolitane.
  • Se invece hai intenzione di visitare diversi musei o attrazioni a pagamento la Budapest Card può essere la soluzione migliore.
    Oltre ad avere accesso ai mezzi di trasporto, avrai un’infinità di sconti o ingressi gratuiti in tantissime attrazioni della città, garantendoti un buon risparmio.

Se viaggerai a Budapest nel periodo natalizio potrebbe esserti utile questo articolo “Mercatini di Natale a Budapest”
Come sempre grazie per avermi letta, se ti va seguimi anche su Instagram
Buon viaggio
Daniela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *